#40

Lei disse “devo smettere di sanguinare
O non combinerò più nulla
Stringimi forte ma non farmi male
Annegami i pensieri in quel tuo drink speciale
Dolce troppo dolce da poter sopportare”/

Vorrei spaccarmi la faccia
Volevo spezzarmi le ossa
Quando mi hai spezzato il cuore
E come sempre di tutti i modi per farmi male
Alla fine ho scelto quello più caro
I polmoni pieni di ogni cura sbagliata
E il portafoglio vuoto/

Stanca di stare ferma
Ma troppo debole per svegliarsi davvero
La nostra protagonista vagava all’infinito tra ombre e pericoli tristemente preannunciati/

E sotto il sottopassaggio lei disse “pensi mai agli anni che abbiamo sprecato?”
E no, con te nulla è mai semplice
Nulla è mai semplice con me
Ridendo sorvoliamo secoli di indecisioni
E ostinata infelicità.

Annunci

#39

Quando sarai grande
Capirai che raccogli ciò che semini
Che i veri amici restano
E i genitori non possono smettere di amarti
E che alcune persone passano e lasciano un segno
E altre sono sempre state lì- tienitele strette
E ci sarà un lieto fine per tutti
E capirai che nulla è gratis
E che non c’è posto come casa
E che la pizza si mangia senza ananas
E poi presa la patente tutti i weekend al mare
E le vacanze con gli amici
Siamo tutti uguali ma tutti diversi
E ci teniamo per mano
E l’erba va bene ma senza esagerare
Che da lì alla droga brutta il passo è breve
Il motorino a 16 anni e a 21 anni la Porsche?
Poi siamo cresciuti
Ed erano tutte cazzate/

Dimmi come posso esserti amica
Fingere di essere tutta me stessa con te e per sempre
Rivelami la verità sul palmo della mano/

Ci hanno insegnato ad odiare in silenzio
E ad amare con cautela
A non fidarci di nessuno/

Quello che hanno ottenuto
Sono i nostri vent’anni rinchiusi in garage.

#38

Su rive inaspettate sbarcheremo disperate
E il trauma ci legherà per sempre
Come ho sempre sognato
Un letto di ospedale e fiori solo per me
Fiori bianchi per la mia innocenza/
E poi indosserai la mia anima all’anulare
E prenderemo di nuovo il mare
Tutto il mare che i nostri polmoni possono sopportare/
E sotto cieli rosati
Assapporiamo i nostri fallimenti
Mentre l’ennesimo attacco di panico colora i nostri occhi di grigio resa/
Non combatterlo assecondalo vagli incontro
Lascia che ti uccida
Ucciditi ucciditi ucciditi uccidila
Di’ addio a tutto quello che sei.

Salta questa canzone che mi fa schifo
E la radio no per carità
Avrei dovuto masterizzare il CD per la macchina per quando le nostre parole saranno già cucite all’altezza del cuore
Medaglie al valore per tempi banali e disperati.

#37

Ad essere sincera
Non sarò mai almeno simpatica
Ad essere sincera
Non sarò mai più magra
Ad essere sincera
Ho le unghie trascurate
E vi odio
Ad essere sincera
Non so essere sincera/

Ma la cosa peggiore
È che mi manchi
Nonostante tutto mi manchi
Ma non lo saprai mai/
E se mi manchi
Non è certo per la tua amicizia
Non per la luce nei tuoi occhi
E se mi manchi
Cancello con un urlo ogni ricordo/

Ad essere sincera non sarò mai felice
E ad essere sincera sono nata strega
Ad essere sincera
Non sono stata mai sincera/

#36

La verità è che sentirsi soli
è una questione di abitudine
come la sveglia alle sei e mezza/

Immagino di leggere il mio discorso strappalacrime al tuo matrimonio/
la migliore testimone che si sia mai vista/
Immagino di essere quella che è partita/
Immagino di essere ancora dimagrita/

E in realtà faccio colazione a orari improponibili/
mentre penso che non succede mai niente
niente di speciale/
Solo amori impossibili/
notti illuminate dalla luce del cellulare/
e amicizie da weekend.

#35

Pensare a squarciagola che è solo questione di tempo/

Equilibrista/
ti perdo sul filo del discorso/
e dire che ti avevo sulla punta della lingua/

Sai che nei miei sogni siamo ancora a scuola
ma non è più la stessa cosa/

Mi baci sulle scale
quando stavo giusto per andare/
non rimango mai/

Oceani di distanza
o prigionieri nelle vostre case/
vi libero tutti
ma nascondino mi fa ancora paura/

Liberi tutti/
le tue catene sono le mie/

Se non c’è più un altrove da sognare
nessuna casa al mare in cui andare
mi fermerò a dormire sul prato bagnato dei tuoi occhi/
quando la pioggia ha allagato

ogni angolo e conca del cuore.